Sociale
Typography

Una visita a sorpresa. Quella della Benetton Basket ai piccoli pazienti dell'Ospedale Cà Foncello di Treviso

Un canestro senza punti, tanti sono, quello messo a segno dalla benetton Basket in un'insolita partita. Un'amichevole di puro affetto e solidarietà, quella che i ragazzi di mister Jasmin Repesa hanno disputato nel reparto di pediatria dell'ospedale Cà Foncello di Treviso. Capitan Massimo Bulleri guidava i compagni , presenti tutti .  Una mattina a regalare sorrisi, abbracci e soprattutto a giocare con i piccoli pazienti ricoverati. L'occasione per consegnare qualche regalo, per aiutarli a mettere l'ultima palla colorata sull'albero di natale o l'ultima statuina nel presepe. Un modo per distrarli dalla sofferenza, che per un bambino è profonda ed inevitabile quando è costretto a stare in ospedale. "Per un bambino , un ricovero è sempre un evento traumatico- dichiara Liviana Da Dalt primario di Pediatria dell'Ospedale di Treviso Se noi ci occupiamo dell'aspetto clinico, il supporto psicologico e la dimensione di gioco e normalità sono farmaci comunque indispensabili"

Una visita inattesa e molto gradita dai bambini. Il pallone arancione ha sempre il suo fascino e i giocatori di pallacanestro sono sempre dei giganti buoni. E poi c'era anche Ghigo la mascotte biancoverde, vestita da Babbo Natale. Per far guarire i bambini una carezza può valere come una medicina, e i volontari hanno questo delicato compito

Antonella Prigioni

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x