Sociale

volontariatoIstat-Cnel: “Valore di 8 miliardi di euro”

Tre milioni di volontari, 630 mila impiegati regolarmente retribuiti, 700 milioni di ore, un valore economico di quasi 8 miliardi di euro. Sono i numeri delle Onlus in Italia (organizzazioni non lucrative di utilità sociale) secondo uno studio dell'Istat.

gruppocolomboI "libri a quattro zampe" del corso socio-sanitario per i piccoli degenti della pediatria dell'ospedale S. Maria Regina degli Angeli

Le studentesse della 1'B del corso socio- sanitario dell'istituto tecnico Colombo di Adria hanno donato, al reparto di pediatria dell'ospedale Santa Maria Regina degli Angeli, una piccola biblioteca di "libri a quattro zampe" progettati e realizzati con le proprie mani. Il corso socio- sanitario, attivato quest'anno per la prima volta al "Colombo" di Adria, intende far acquisire le competenze necessarie per organizzare ed attuare interventi adeguati alle esigenze socio-sanitarie di persone e comunità, per la promozione della salute e del benessere bio-psico-sociale.

Un esperimento che sarà avviato nelle Ullss veronesi

Via libera dalla Giunta regionale, su proposta dell'assessore alla sanità Luca Coletto, ad un nuovo progetto sperimentale delle tre Ullss veronesi (la 20 di Verona, la 21 di Legnago e la 22 di Bussolengo) per dare una risposta integrata ai bisogni sanitari, educativi e sociali dei bambini portatori della sindrome di Down della provincia di Verona.

No alla sostituibilità dei farmaci generici nei trattamenti cronici.

E' questa la strada proposta dai medici di famiglia del Veneto durante il convegno "Riflessioni della medicina generale sull'uso dei farmaci a brevetto scaduto" tenutosi oggi a Vicenza. Una proposta condivisa da Federfarma e che, secondo i medici di famiglia, potrà garantire maggiore tutela della compliance terapeutica. A trarne beneficio saranno per primi - è stato detto nel corso dei lavori - i pazienti ultra 75enni, spesso a disagio nel distinguere confezioni, forme e colori di medicinali cosiddetti "equivalenti" per le terapie croniche.

Antonella Prigioni

 

L'assessore Sernagiotto: "Questa iniziativa coinvolge Veneto, Friuli e Carinzia"

L’alcol è la prima causa di morte in Europa per i giovani tra i 18 e i 25 anni. La situazione allarmante per quanto riguarda le regioni Veneto, Friuli-Venezia Giulia e il land austriaco della Carinzia che hanno assieme realizzato il progetto A.Dri.A (Alcohol Drinking Awareness), “Disagio giovanile e problemi alcool-correlati: conoscenza, innovazione e sperimentazione”, inserito nel programma transfrontaliero Interreg IV Italia-Austria, iniziato nel 2008 e terminato ora, presentato a Villa Manin di Passariano.

Altri articoli...

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x