Scienza e tecnologia
Typography

Domani giornata di studi in aula magna al Bo Energy storage for the future, l'università di Paddova organizza un evento in aula Magna al Bo, una giornata di studio e analisi sull'accumulo energetico.

E' in programma per domani, mercoledì 27 maggio, dalle ore 15. Il convegno dal titolo Energy storage for the future è organizzato dal centro studi di economia e tecnica dell'energia Giorgio Levi Cases dell'università di Padova.

La giornata di studio intende introdurre alcuni recenti sviluppi nel settore dell'accumulo energetico a servizio di sistemi e mezzi elettrici. Vengono presentate le tecnologie per l'accumulo stazionario oggi più competitive, che permettono anzitutto di disaccoppiare la domanda dalla generazione da sorgenti non programmabili, come sono quelle fotovoltaiche ed eoliche; ma permettono anche di raggiungere altri obiettivi, in termini di power quality ed energy management, con importanti risvolti economici. Un'altra importante linea di sviluppo riguarda l'accumulo energetico a servizio della mobilità, il cui successo, oltre che dalla disponibilità di veicoli competitivi in termini tecnico-economici, oggi in rapida diffusione, dipende anche dalla presenza di un'efficace infrastruttura di ricarica, capace di superare i problemi di autonomia e range anxiety. Una presentazione illustrerà come l'avvio di nuove realtà produttive nel settore dell'accumulo energetico richieda non solo la disponibilità di un nuovo know-how competitivo, ma anche il superamento di istanze aziendali organizzative e tecnico-economiche.

Interverranno Massimo Guarnieri, università degli studi di Padova, Anna Carolina Tortora, responsabile innovazione e sviluppo di Terna, Federico Caleno, special projects and technological development network technologies di Enel Distribuzione, Angelo D'Anzi, ceo Proxhima srl, e Antonio Zingales, direttore marketing e sales di Saet Padova spa.

Il centro Levi dell'università di Padova è un centro interdipartimentale che si occupa di ricerca scientifica e tecnologica delle fonti di energia, della loro trasformazione, distribuzione e utilizzo finale. Fondato nel 1969 grazie al lascito dell'ingegnere Giorgio Levi Cases, il centro raccoglie e coordina le attività di ricerca in campo energetico di otto dipartimenti dell'università e si avvale di finanziamenti privati e pubblici. Obiettivo del centro è promuovere la collaborazione interdisciplinare tra laboratori attivi in diversi settori scientifici e tecnologici che operano nel settore dell'energia anche attraverso l'organizzazione di eventi scientifici, collaborazioni con enti di ricerca nazionali e internazionali, con istituzioni e aziende, e l'organizzazione di corsi di formazione universitaria. Con i suoi 240 docenti organizzati in 35 gruppi di ricerca, il Centro Levi Cases si propone come riferimento nazionale e internazionale sulle tematiche energetiche.

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x