Scienza e tecnologia
Typography

Convegno su riscaldamento globale e scioglimento ghiacci artici Domani, giovedì 16 aprile alle ore 14.30 in archivio antico di Palazzo Bo in via VIII febbraio 2 a Padova si terrà il convegno dal titolo "Multidisciplinary research on climate change at the Polish polar station in Hornsund, Svalbard" organizzato dal gruppo E-FluMe (Environmental Fluid Mechanics) del dipartimento di ingegneria industriale dell'università di Padova.

Dopo il saluto di Andrea Stella, direttore del dipartimento, Andrea Marion illustrerà i contenuti dell'accordo bilaterale tra le due istituzioni. Interverranno inoltre esperti quali Pierangelo Luporini, Laura de Santis dell'istituto nazionale di Oceanografia e di geofisica sperimentale di Trieste e Andrea Bergamasco, dell'istituto di scienze marine del Cnr di Venezia che discuteranno l'attività scientifica presentata da Pawel Rowinski e Janusz Pempkowiak.

In vista dell'imminente accordo bilaterale tra università di Padova e accademia delle scienze di Polonia i professori Pawel Rowinski e Janusz Pempkowiak, rispettivamente direttori del dipartimento di geofisica e del dipartimento di oceanografia dell'accademia delle scienze di Polonia, presenteranno le attività di ricerca artica svolte nella stazione polare polacca "Stanislaw Siedlecki", situata nell'isola di Spitbergen dell'arcipelago delle Svalbard. La giornata di studi riguarderà le conoscenze a oggi acquisite sugli effetti del riscaldamento globale e del conseguente scioglimento dei ghiacci marini e terrestri delle coste artiche. La stazione polare polacca, situata nella baia dell'Orso Polare (Isbjørnhamna ) del fiordo di Hornsund, un'area protetta dell'arcipelago norvegese delle isole Svalbard, è un'importante punto di riferimento per la ricerca artica. La base è sede di attività oceanografiche e geofisiche a cui si aggiungeranno ricerche mirate allo studio dell'idrobiologia terrestre e marina, in vista della futura collaborazione tra l'accademia delle scienze polacca di Varsavia e l'università di Padova, in seguito alla firma ufficiale di un accordo bilaterale. Tale accordo prevede l'interscambio di studenti e ricercatori e il congiunto perseguimento di attività di ricerca multidisciplinari tra gli istituti di geofisica e oceanografia dell'accademia delle scienze di Polonia e i dipartimenti di ingegneria industriale, di biologia e di biomedicina comparata e alimentazione dell'ateneo.

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x