Scienza e tecnologia
Typography

cometa rosetta67P osservato speciale da Rosetta, immagini mozzafiato Da quando Osiris, il sistema di immagini a bordo della sonda cometaria europea Rosetta, è stata rimessa in funzione il 20 marzo 2014, la distanza alla cometa 67P/Churyumov Gerasimenko è velocemente diminuita. Corrispondentemente è aumentata la nitidezza dei dettagli visibili, e quanto si è visto a partire dal 7 luglio scorso ha sbalordito tutti. Nessuna cometa, e nemmeno nessun asteroide, ha mai mostrato la stranissima forma della 67P.

67P sembra formata da due corpi distinti ma tenuti assieme da un sottile ponte di collegamento, una struttura che risale probabilmente ai primordi del sistema solare, quando due planetesimi si sono scontrati e praticamente fusi assieme.

Naturalmente ogni giorno che passa ci rivelerà dettagli sempre più fini, ma già oggi possiamo affermare che nessun altro corpo minore del sistema solare ha mostrato una tale forma.

Oltre alla meraviglia, è subito stato evidente il difficilissimo problema di come atterrare su questo corpo con il modulo Philae, atterraggio che avverrà l'11 novembre prossimo.

Il team padovano ha anche altri due fondamentali compiti scientifici, cioè determinare la perdita di polveri e gas, e la loro composizione chimica e mineralogica.

Il team Cisas dell'università degli Studi di Padova ha poi l'altrettanto difficile compito di assicurare la perfetta funzionalità di elementi critici di Osiris, in particolare degli otturatori. Assicurare tale integrità di funzionamento ha richiesto giorni di inteso lavoro, finalmente coronato da successo.

Tra meno di due settimane Rosetta valicherà una ideale frontiera, lasciandosi catturare dalla debole gravità cometaria a meno di 100 km dal nucleo. Inizieranno intensissimi mesi di mappatura di tutta questa stranissima superficie, che porrà anche ai geografi del team affascinanti problemi di come definire latitudine, longitudine e posizioni. Insomma, sfide dopo sfide, ma questo è il fascino della ricerca scientifica.

c. c.

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x