Scienza e tecnologia
Typography

L'elisir dell'eterna giovinezza si trova anche a tavola

No, con questa notizia non vogliamo rovinarvi l'appetito per l'imminente cenone di Natale.

Ma i ricercatori dell'Università Cattolica di Roma hanno scoperto una molecola – Creb 1 è il suo nome - che accende dei geni importanti per la longevità e per il buon funzionamento del cervello e che viene attivata solo da una dieta a basso contenuto calorico. Nel concreto, il 30 per cento delle calorie dovrebbe essere lasciato nel piatto, quasi un terzo di quelle consigliate come normali in base al tipo di attività che si svolge. Negli ultimi anni il collegamento tra obesità e rallentamento e invecchiamento precoce delle funzioni del cervello era già stato riscontrato, così come avviene con malattie tipiche della terza età, dalla demenza senile al Parkinson. Ed era già stato osservato che, al contrario, una restrizione calorica (nella giusta misura) mantiene giovane il cervello, rendendolo più attivo. Ma i gli attivatori molecolari che governano gli effetti positivi della dieta sul cervello erano finora ignoti. Non è un caso che Creb1 regoli importanti funzioni cerebrali come la memoria, l'apprendimento e il controllo dell'ansia e la sua attività diminuisca proprio all'avanzare dell'età. La prova del nove è stata data da un esperimento su dei topi, nei quali è stata bloccata la molecola Creb1 nelle aree cerebrali deputate alle funzioni cognitive: in questi soggetti i benefici della restrizione calorica sul cervello non si sono verificati e l'animale, nonostante la dieta, ha presentato gli stessi deficit dell'animale supernutrito. Insomma, non servono troppe diete restrittorie, basta solo contenersi un pochino, magari rinunciando ai bis e ai tris di portata.

Margherita De Nadai

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x