Sanità
Typography

Lo sostiene il rapporto sulla mortalità dell'Ulss 13

Secondo il rapporto sulla mortalità per causa dell'Ulss 13 di Mirano e Dolo, sono circa quattromila i decessi avvenuti nel biennio 2008-2009 nei diciassette comuni coperti dall'azienda sanitaria, che contano una popolazione tra le più giovani in Veneto (a conclusione del 2009, i residenti del territorio erano oltre 250mila, di cui il 18 per cento anziani - rispetto al 19 per cento regionale - e il 14 per cento giovani).

Rispetto al biennio precedente, l'aspettativa di vita è leggermente avanzata: si stima per gli uomini attorno ai 75 anni e per le donne intorno agli 82. Ma il dato più interessante riguarda proprio le cause di decesso: il cancro sembra mietere più vittime tra gli uomini (38 per cento delle cause di morte), il più frequente è il tumore maligno ai bronchi, ai polmoni e alla trachea, che interessa il 10 per cento delle morti. Quanto alle donne, troviamo le malattie del sistema circolatorio come prima causa di morte (quasi il 40 per cento dei decessi), cardiopatie ischemiche come l'infarto in primis. Le patologie si invertono, invece, nella seconda posizione: malattie del sistema cardio-circolatorio per gli uomini (32 per cento) e tumori maligni per le donne (quasi il 30 per cento dei decessi) - il più frequente alla mammella, seguito da quello ai polmoni. In diminuzione, invece, i decessi per incidenti stradali, con una riduzione di quasi l'80 per cento negli uomini e del 60 per cento per le donne.

Come sarebbe opportuno agire, per migliorare la situazione? Già dal 2007 è attivo il programma di prevenzione del Governo "Guadagnare Salute", in accordo con le Regioni, che riguarda il miglioramento delle determinanti ambientali e sociali per favorire scelte salutari, ma l'Ulss 13 suggerisce l'avviamento di ulteriori programmi che possano portare a cambiamenti positivi duraturi nel tempo. Particolare attenzione andrebbe posta nella prevenzione dell'abuso di alcol, di sostanze stupefacenti e del tabagismo nei ragazzi, promuovendo una corretta alimentazione nei bambini e l'attività fisica in ogni fascia di età.

Margherita De Nadai

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x