Sanità
Typography

In calo la richiesta di sangue, ma l'arrivo dell'estate preoccupa

In Veneto la situazione trasfusionale sembra andare a gonfie vele. Ma se fosse solo una calma apparente? A conclusione del 2010, dai dati SIRT (la rete informatica del Sistema Trasfusionale veneto), si è ricavato uno stabile e soddisfacente equilibrio fra le donazioni di sangue dei donatori e le trasfusioni agli ammalati, dopo l'allarme del 2009 a causa dell'imprevisto e vistoso incremento delle necessità di sangue. Anche per quanto riguarda il plasma per ottenere i plasmaderivati, nel 2010, si è riscontrato un incremento del +3,4 per cento. In realtà pare che queste cifre ottimistiche siano state un'illusione, in quanto l'avvio del 2011 è stato negativo (-0,9 per cento).Con il passare degli ultimi mesi l'equilibrio è stato recuperato, ma non per un incremento delle donazioni, bensì per un rallentamento nel consumo e nella richiesta di sangue. Secondo i dati raccolti dall'Avis Veneto, nel primo trimestre del 2011, solo Padova (+2,9 per cento, da 10.778 emazie donate nel primo trimestre del 2010 a 11.090 in quello del 2011) e Belluno (+0,2 per cento, da 3.085 nel primo trimestre del 2010 a 3.082 in quello del 2011) hanno riscontrato un aumento nelle donazioni. In ribasso, invece, a Treviso (-3,7 per cento, da 10.535 nel primo trimestre del 2010 a 10.143 in quello del 2011), Venezia (-2,0 per cento), Rovigo (-0,4 per cento), Vicenza (-2,1 per cento) e Verona (-0,3 per cento). Anche le donazioni del plasma, nei primi cinque mesi dell'anno, vedono un incremento soltanto dello 0,7 per cento. E' un dato di fatto comunque che le esigenze trasfusionali venete, nei primi mesi del 2011, sono state soddisfatte, così pure gli impegni presi con regioni carenti nell'ambito della programmazione per l'autosufficienza nazionale. La preoccupazione ora è per l'estate, quando come sempre si ridurranno le donazioni e potrà far capolino la carenza di unità di sangue per gli ammalati.

 

Margherita De Nadai

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x