Sanità
Typography

Classe 1979, laureato in scienze politiche, ed esponente di Liberi e Uguali, è stato primo firmatario della proposta di legge “Disposizioni in materia di Finanziamento del Servizio Sanitario”

Il ministro della Salute nel nuovo Governo guidato dal professor Giuseppe Conte è l'on. Roberto Speranza. Ha prestato giuramento nelle mani del Capo dello Stato, Sergio Mattarella, pronunciando la formula di rito al Palazzo del Quirinale, oggi 5 settembre, insieme agli altri componenti del Governo.

Nato a Potenza il 4 gennaio 1979, il suo impegno politico inizia nella Sinistra Giovanile di cui sarà prima Segretario regionale e poi Presidente nazionale. Laureato in Scienze Politiche, poi consegue un Dottorato in Storia dell'Europa Mediterranea. A Potenza diventa consigliere comunale nel 2004 e poi assessore all'urbanistica. Segretario regionale della Basilicata.

Nell'inverno del 2012, Speranza organizza la vittoriosa campagna delle primarie che ha condotto Pierluigi Bersani alla segreteria del Pd, superando Matteo Renzi. Qualche mese più tardi, nel marzo del 2013, subito dopo essere stato eletto alla Camera, viene scelto come capogruppo dei Dem: incarico che lascia nell'aprile del 2015. Una rottura a quanto pare insanabile che lo porta ad essere a essere nel 2017 tra i fondatori di Articolo 1 - Movimento democratico e progressista, con cui, nelle liste di Liberi e Uguali, è stato rieletto alla Camera nel 2018.

In tema sanità, Roberto Speranza è stato primo firmatario della proposta di legge “Disposizioni in materia di Finanziamento del Servizio Sanitario” che si occupa, tra gli altri, del tema relativo all’abolizione del superticket.

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x