Sanità
Typography

Coletto: "Altri angeli che entrano in corsia vicino ai malati e ai medici"

Annata da record per il corso di laurea in infermieristica del Polo formativo dell'Ulss 21 di Legnago collegato alla facoltà di medicina dell'Università di Verona. Sono infatti ben 69 (il numero più alto dall'inizio dell'attività nel 2000) i giovani laureati dell'anno accademico 2009-2010 che oggi nella sala convegni dell'ospedale Mater Salutis hanno ricevuto il diploma di laurea, nel corso di una festosa cerimonia alla presenza dell'assessore regionale alla sanità Luca Coletto, del direttore generale dell'Ulss Daniela Carraro e del presidente del corso di laurea, prof. Ercole Concia.

Particolarmente significativa la presenza di numerosi sindaci dell'area, ma anche dei primi cittadini dei comuni di provenienza dei neo laureati, quasi a sancire una sorta di gemellaggio tra territorio, università e mondo della sanità. Rivolgendosi ai ragazzi neolaureati, Coletto li ha definiti "69 nuovi angeli pronti a dare il loro aiuto professionale ed umano ai nostri malati ed ai loro medici", ed ha particolarmente posto l'accento "sull'elevata qualità della preparazione ricevuta da questi studenti" e "sull'importanza che nei nostri ospedali entrino sempre più giovani tanto preparati quanto motivati ad incamminarsi in una carriera impegnativa, difficile, ma foriera anche di grandi soddisfazioni umane e professionali". "Nella nostra nuova programmazione sanitaria – ha aggiunto Coletto – la figura dell'infermiere assumerà una valore sempre più elevato, sia nel rapporto con il medico, sia in quello con il paziente, ed è motivo di speranza e di soddisfazione constatare che sempre più giovani si avvicinano con entusiasmo a questa professione". Dall'inizio dell'attività universitaria all'Ulss 21 di Legnago, sono già 280 i giovani che hanno conseguito il diploma di laurea, dei quali ben 94 anche residenti nel legnaghese. Un percorso che vede attualmente impegnati nei diversi corsi del triennio ben 204 studenti, preparati e formati da 31 docenti di area universitaria e 28 legati al servizio sanitario regionale. Un'attività che, come ha sottolineato il dg Daniela Carraro, "qualifica altamente la nostra Ulss" e per la quale "stiamo lavorando con l'obiettivo di ampliare e rendere più efficienti gli spazi riservati alla didattica".

Giacomo Piran

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x