Sanità
Typography

Sono stati approvati i nuovi Livelli essenziali di Assistenza (LEA): le cure e prestazioni garantite ai cittadini gratuitamente o pagando un ticket. Un provvedimento atteso da 16 anni. La firma del ministro della Salute Beatrice Lorenzin è arrivata il 22 dicembre. Ad annunciarla proprio il ministro in un tweet: "Appena firmati i nuovi Lea e il nomenclatore delle protesi. Un risultato importante per la salute dei cittadini".

Il provvedimento sarà dunque operativo dal 2017. Fecondazione assistita eterologa ed omologa, nuovi vaccini, screening alla nascita, esenzione dal ticket per chi soffre di endometriosi. Ma anche trattamenti per la celiachia, per altre malattie rare e il nomenclatore protesico.

Nella nuova formulazione dei Lea entra anche il trattamento dell'autismo che prevede diagnosi precoce, cura e trattamento individualizzato, integrazione nella vita sociale e sostegno per le famiglie. Passo in avanti per le malattie rare con l'esenzione dalla partecipazione alla spesa a 118 patologie rare.

Viene rivisto anche l'elenco delle malattie croniche e si investe poi in prevenzione con il recepimento del nuovo Piano vaccinale. Il provvedimento mette mano al Nomenclatore della specialistica ambulatoriale introducendo, ad esempio, le prestazioni per la procreazione medicalmente assistita, sia omologa che eterologa, finora erogate in regime di ricovero ospedaliero.

Di seguito vediamo nello specifico i principali cambiamenti attesi e le nuove malattie coperte.

Verranno aggiunte all’elenco delle malattie croniche 6 nuove patologie: la broncopneumopatia cronica ostruttiva; il rene policistico autosomico dominante; l’osteomielite cronica; l’endometriosi; le malattie renali croniche; la sindrome da talidomide. Allo stesso tempo, però, sarà diminuito l’elenco delle prestazioni associate alla diffusa ipertensione, quando questa non comporta danni d’organo. La lista delle malattie rare, invece, verrà riscritta completamente grazie all’aggiunta di 110 nuove patologie tra cui la sarcoidosi e la sclerosi sistemica progressiva.

A partire dal 2017, tra i servizi garantiti dalle Regioni ai cittadini, l’introduzione di una serie di nuovi vaccini. Il Piano Nazionale Vaccini 2016-2018 prevede tra gli altri l’inserimento dell’anti papilloma (anche per i maschi), dell’anti pneumococco e dell’anti meningococco all’interno dei nuovi Lea.

Circa l’assistenza ospedaliera verranno garantite le prestazioni assistenziali ordinarie in caso di patologie acute richiedenti assistenza medica prolungata, osservazione medico-infermieristica per 24 ore e immediata accessibilità alle prestazioni. Tra le altre, rientrano nelle prestazioni garantite: la terapia del dolore; le cure palliative; la diagnosi precoce della sordità neonatale.

Incluse, poi, nei nuovi Lea diverse prestazioni fornite in caso di gravidanza. Oltre alle visite periodiche ostetrico-ginecologiche, saranno gratuiti i corsi di accompagnamento alla nascita e l’assistenza in puerperio. Saranno escluse dal ticket tutte le prestazioni necessarie a monitorare la gravidanza in caso di minaccia di aborto. Inoltre è rilevante l’inclusione della procreazione medicalmente assistita, anche eterologa.

Infine l’attuazione della Legge 134/2015 in tema di autismo, con l’aggiornamento delle linee di indirizzo per la promozione e il miglioramento della qualità degli interventi assistenziali in caso di “disturbi pervasivi dello sviluppo”. Invece, per gli invalidi di guerra e le vittime del terrorismo, verrà confermato il pacchetto di prestazioni sanitarie specifiche, preventive, ortopediche e protesiche: tutte le prestazioni che appartengono a queste categorie sono esentate dalla partecipazione al costo.

 

 

 

 

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x