Sanità
Typography

Inaugurata ieri l’edizione 2016 di MEDiT e PHARMAiT, le manifestazioni a carattere nazionale dedicate all’innovazione e allo sviluppo tecnologico nei comparti della sanità e della farmacia, organizzate da Fiera di Vicenza con il patrocinio della Regione del Veneto e in collaborazione con Arsenàl.IT – Centro Veneto Ricerca e Innovazione per la Sanità Digitale.

Il taglio del nastro, avvenuto all’interno del Padiglione 7, ha visto la presenza del Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia e del Presidente di Fiera di Vicenza Matteo Marzotto, che hanno portato il loro saluto agli espositori e ai protagonisti dei due Saloni.

“Le piattaforme MEDiT e PHARMAiT – ha dichiarato il Presidente Marzotto- si confermano una vera e propria arena dell’innovazione nel panorama nazionale per i settori della sanità e della farmacia. Sono entrambi appuntamenti che rappresentano un’occasione preziosa per tutto il settore, riunendosi infatti in Fiera di Vicenza le eccellenze italiane legate al mondo della tecnologia, del capitale umano e delle istituzioni. Capaci di dare voce a start up ed esperti, creare networking tra operatori e realtà emergenti, con l’obiettivo di stimolare la collaborazione e la condivisione di risorse e competenze su nuovi progetti ad alto potenziale. Attraverso queste Manifestazioni, Fiera di Vicenza continua a creare valore per le filiere del Well Done in Italy”.

“Chi sa programmare in digitale progredisce e cura bene- ha affermato il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia-, chi lo fa in analogico, ragionando di 10 letti in più o in meno invece che sugli investimenti tecnologici e sulle reti, arretra e cura male i suoi pazienti. E’ anche per questo che la sanità veneta è stata riconosciuta giusto ieri come la migliore d’Italia dal prestigioso Rapporto C.R.E.A dell’Università di Tor Vergata; è per lo stesso motivo che chi ancora ragiona e gestisce in analogico spreca miliardi e assiste male i malati, che poi vengono a curarsi da noi”.

“Se abbiamo chiuso il bilancio sanitario 2015 in attivo di più di 12,5 milioni – ha sottolineato Zaia – se in ogni ospedale hub del Veneto funziona almeno un robot chirurgico Da Vinci, se un cittadino può vedere in tempo reale sul suo smartphone la situazione e le attese in ogni Pronto Soccorso, se si possono effettuare prenotazioni e prescrizioni direttamente dal medico di famiglia via internet, se con poche semplici operazioni tutti i veneti possono scaricare sul loro computer i referti degli esami, se la ricetta rossa è stata dematerializzata, se tra poco con il fascicolo digitale ogni cittadino e ogni medico che lo ha in carico potrà accedere velocemente a tutta la storia clinica del paziente accelerando la cura ed evitando esami inutili, significa che è stata fatta una scelta di progresso e di innovazione, grazie alla quale, oltre a migliorare i servizi e il rapporto della gente con gli uffici, si risparmiano tempo e risorse”.

Zaia, accompagnato da Marzotto, ha quindi visitato gli stand di Med.it, soffermandosi a quello di Arsenàl.it, il Consorzio tra le Aziende Sanitarie venete per l’informatizzazione, dove si è fatto guidare in una prenotazione on line di una visita specialistica e di una prescrizione attraverso computer. Per la cronaca, l’operazione è perfettamente riuscita.

Appuntamento principale della prima giornata è stato il convegno “La riorganizzazione dei sistemi regionali della sanità: modelli organizzativi, processi di trasformazione, esperienze”, al quale ha partecipato il Presidente Zaia. Si è trattato del primo incontro organizzato a pochi giorni dall’approvazione della Legge Regionale 19/2016 sulla riforma della sanità del Veneto, con la riduzione delle aziende Ulss da 21 a 9 e con l’istituzione dell’Azienda Zero.

Il convegno ha permesso di fotografare il percorso di riorganizzazione che stanno vivendo i sistemi regionali della sanità italiana, in un contesto nel quale è determinante non perdere di vista la qualitativa e quantitativa pretesa di servizi socio-sanitari da parte del cittadino. Organizzazione e trasformazione dei servizi sanitari, impatto delle nuove tecnologie e dell’informatica sulla sanità, rapporto tra cittadini-utenti e servizi sono stati alcuni dei temi affrontati nel corso del pomeriggio.

Nelle due giornate di Manifestazione, MEDiT, alla sesta edizione, e PHARMAiT, alla terzo appuntamento, porteranno all’attenzione dei visitatori dei rispettivi settori il meglio dell’Health Innovation attraverso un format collaudato e strategico, ricco di eventi scientifici resi maggiormente attrattivi e di spessore dalla presenza di relatori di eccellenza, ma anche dall’adesione e dal coinvolgimento diretto di associazioni, federazioni, ordini professionali e società scientifiche.

 

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x