Sanità
Typography

DSCN0578In Ortopedia mille impianti di protesi eseguiti all’anno I numeri registrati dall’Unità Operativa Complessa di Ortopedia dell’Ulss 17 di Este e Monselice nel 2012, fa emergere una realtà cresciuta in modo costante negli ultimi anni, fino a raggiungere alcuni veri e propri primati.

Si parla di oltre 2.700 interventi all’anno, di cui 1.200 di traumatologia, altri mille per le più diverse e diffuse patologie (artroscopie, chirurgia della mano, del piede, della spalla, etc.) e ben 520 impianti di protesi di anca, ginocchio e spalla. A livello regionale, poi, con circa 1000 interventi eseguiti, l’Ortopedia dell’Ulss 17 è al primo posto tra gli ospedali pubblici del Veneto per numero di interventi svolti per l’impianto di protesi al ginocchio con l’assistenza del computer con “navigatore”. «Abbiamo iniziato a utilizzare questa tecnologia nel 2005 - racconta il dott. Gianluca Bisinella, direttore dell’UOC. di Ortopedia dell’Azienda - e da allora è stata applicata a tutti i pazienti sottoposti ad impianto di protesi di ginocchio: naturalmente questa non è una tecnologia esclusiva, ma siamo tra i pochissimi ad usarla sistematicamente in tutti gli interventi di questo tipo. Generalmente invece il suo utilizzo viene limitato ai casi più complessi, perché si allungano leggermente i tempi dell’intervento, ma noi, proprio grazie alla pratica acquisita, siamo riusciti a mantenerci nei tempi standard, con tutti i vantaggi di questa tecnologia in termini di precisione dell’impianto e minore invasività». Un'importante garanzia in più, e non è l’unica: lo staff di Ortopedia vanta infatti un’elevata competenza negli interventi di protesi più complessi, maturata operando in un ambito tra i più difficili della specialità, l’ortopedia oncologica (circa 100 gli interventi eseguiti ogni anno), per la quale l’Ulss 17 è uno dei centri di riferimento del nord-est con pazienti che arrivano a Este e Monselice da tutto il Veneto ma anche Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia.
Il tutto con due ulteriori elementi distintivi. Il primo è il ridotto tempo di attesa: «Nella nostra Azienda - spiega il dott. Salvatore Barra, direttore sanitario dell’Ulss 17 - per l'inserimento di una protesi è di circa 2 mesi, contro una media nazionale di 9 mesi. Un risultato reso possibile da una particolare attenzione agli aspetti organizzativi, così da ottimizzare l’impiego delle risorse umane e tecnologiche disponibili».
L’altro elemento degno di nota è l’età media dello staff, 43 anni, composto da 13 chirurghi ortopedici (tra cui due donne. «Questo percorso di crescita - sottolinea il Direttore Generale Giovanni Pavesi – già oggi rende la nostra Ortopedia una realtà di rilievo, come dimostra la casistica, e allo stesso tempo ci fa pensare di avere posto le basi per costruire, anche sul piano delle professionalità, il futuro di un grande ospedale unico».
Margherita De Nadai

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x