Sanità
Typography

Luca_Coletto_ridL'assessore alla sanità del Veneto, Luca Coletto, garantisce che non ci saranno nuovi aumenti per sanare il deficit Il futuro della sanità veneta passa attraverso alcuni obiettivi cardine. L'assessore regionale Luca Coletto, li ha così sintetizzati: costi standard, piani di rientro da definire in tempi brevi nelle Ulss che ne hanno bisogno, riorganizzazione ospedaliera e territoriale. Quanto ad un possibile aumento dei ticket, l'assessore ha dichiarato testualmente "Decideremo in via collegiale, con la giunta e il presidente Zaia. Ma non parlerei proprio di ticket".

Un commento che l'assessore ha rilasciato a Verona, a margine di un convegno sui costi standard in sanità. Escluso, considerato il buco emerso in questi giorni, un eventuale intervento del governo. Quindi nessun commissariamento è previsto della sanità veneta. "Il motivo - ha sottolineato Coletto – è che l'esercizio finanziario annuale è in linea con l'anno scorso e forse potrà essere anche migliore. L'ammanco dipende dagli ammortamenti di alcune Ulss, che forse hanno speso in investimenti più di quanto sarebbe stato prudente fare".

Antonella Prigioni

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x