Sociale
Typography

Raccolte nel vicentino 3.922 confezioni di farmaci, facendo segnare un incremento del 6,3% rispetto allo scorso anno. Il ricavato sarà consegnato a 20 enti assistenziali del territorio

Quello del vicentino è un territorio di generosità: sono infatti numeri in crescita quelli dell’edizione 2019 della Giornata di Raccolta del Farmaco, svoltasi sabato 9 febbraio. Nelle circa 50 farmacie aderenti sono state raccolte 3.922 confezioni di farmaci, facendo segnare un incremento del 6,3% rispetto lo scorso anno, e il ricavato sarà consegnato a 20 enti assistenziali del territorio. «Ringrazio tutti i vicentini che hanno aderito al nostro invito - commenta il dott. Alberto Fontanesi, presidente di Federfarma Vicenza, che sostenuto e promosso l’iniziativa a livello provinciale -. La povertà sanitaria costituisce una problematica sempre più evidente, anche nel nostro territorio, e questa iniziativa ha il grande merito di richiamare l’attenzione sulla questione, oltre che di raccogliere in modo trasparente aiuti concreti per le strutture e le associazioni locali impegnate nella nostra provincia a favore di chi è meno fortunato».

Numeri in crescita anche a livello nazionale per la manifestazione: in tutta Italia sono state raccolte oltre 420.000 confezioni di farmaci da banco, contro le 376.692 dello scorso anno, con un aumento del 10,2%. Si calcola che i medicinali donati aiuteranno più di 539.000 persone povere, di cui si prendono cura i 1.818 enti assistenziali convenzionati con la Fondazione Banco Farmaceutico onlus (+2,9% rispetto ai 1.768 del 2018). Gli stessi enti hanno espresso un fabbisogno pari a 1.040.288 farmaci, che sarà coperto al 40% grazie ai farmaci raccolti durante questa edizione della GRF.

All’iniziativa hanno aderito 4.488 farmacie (+313 rispetto alle 4.175 del 2018, pari a un incremento del 7,5%) e i titolari delle farmacie, da soli, hanno donato oltre 668.000 euro. I volontari che hanno partecipato al gesto sono stati invece circa 20.000, 2.000 in più dello scorso anno.
Va ricordato che la GRF si svolge sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, con il patrocinio di Aifa, in collaborazione con Cdo Opere Sociali, Federfarma, Fofi, Federchimica Assosalute, Assogenerici e BFResearch. L’iniziativa è realizzata con il sostegno di Intesa Sanpaolo (Partner Istituzionale), Teva, Doc, EG EuroGenerici, Comieco, Mediafriends, Responsabilità Sociale Rai e Pubblicità Progresso.

«La Giornata di Raccolta del Farmaco, quest’anno, ha decisamente superato le aspettative: sono cresciuti significativamente il numero di medicinali raccolti, quello delle farmacie aderenti e quello dei volontari che hanno partecipato all’evento. Si tratta di un risultato che, indubbiamente, ci fa volgere gli occhi al futuro con sguardo speranzoso. Tuttavia, i risultati non esauriscono il valore del gesto che sabato un piccolo popolo ha compiuto: chi ha dato alcune ore o, in certi casi, alcune giornate del proprio tempo per costruire la GRF, ha testimoniato la possibilità di un nuovo modo di agire affinché la nostra società cambi in meglio. Un modo in cui la gratuità costituisce l’espressione della propria libertà di realizzarsi pienamente facendo insieme del bene», ha dichiarato Sergio Daniotti, presidente della Fondazione Banco Farmaceutico onlus.

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x