Ambiente
Typography

paesino_1Pubblicato il rapporto Ispra sulla qualità urbana

Verde in città? E' Verona, in Veneto, il capoluogo con la maggiore disponibilità di verde pubblico. Con l'8,2% rispetto alla superficie comunale la città scaligera si piazza infatti al primo posto superando Vicenza (2,9%), Padova (6,6%), Venezia (2,5%)

I dati sono contenuti nel VII Rapporto annuale sulla qualità della vita urbana redatto dall'Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca dell'ambiente) e diffuso ieri. In dieci anni (dal 2000 ad oggi) le maggiori città del Veneto hanno incrementanto la propria disponibilità di verde pubblico costituita in larga misura da aree speciali (giardini scolastici, orti botanici, cimiteri, giardini zoologici) e da verde attrezzato (giochi per bambini, piste ciclabili, campi polivalenti); Verona è uno dei capoluoghi che registra, in Italia, uno degli incrementi più consistenti (+ 17,1 m2/ab). Per quanto riguarda lo stato dell'arte complessivo lungo l'intero Stivale, i dati mostrano che nella maggior parte delle citta (28 su 48) la superficie di verde pubblico sul totale del territorio comunale è ancora scarsa, con valori inferiori o uguali al 5%. Le percentuali piu basse (inferiori all'1%) si registrano in citta del Centro e del Sud: Taranto (meno dello 0,05%), Foggia (0,2%), Latina (0,5%) e Potenza (0,9%). In 8 citta la percentuale di verde e invece superiore al 20%, e in 6 di queste il verde urbano pubblico interessa piu di un quarto della superficie comunale (percentuali superiori al 25%). Le 6 citta con piu verde sono, in ordine decrescente: Palermo (31,9%), Ravenna (29,9%), Brescia (29,1%), Ancona (28,1%), Roma (27,5%) e Monza (25,9%). Si osserva che di queste 6 citta 2 sono del Centro Italia, 1 e ubicata al Sud e 3 al Nord.

Paola Vescovi

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x