Info Ulss
Typography

Il direttore dell’Oncologia dell’ospedale di Vicenza, terrà domani una relazione sull’importanza di predisporre efficaci percorsi nutrizionali nei pazienti oncologici

Quello della malnutrizione nei pazienti oncologici è un tema spesso trascurato, eppure di fondamentale importanza. Proprio per richiamare l’attenzione di medici, pazienti, associazioni di familiari e naturalmente delle istituzioni su questa problematica, il dott. Giuseppe Aprile – direttore dell’Oncologia del San Bortolo – sarà domani, martedì 3 luglio, a Roma per tenere una relazione presso la Camera dei Deputati.
Le alterazioni dello stato nutrizionale presentano infatti un’incidenza assai significativa nei malati oncologici, tanto è vero che un livello troppo basso di nutrizione è considerato una vera e propria “malattia nella malattia”. «La scarsa attenzione per lo stato nutrizionale durante le terapie oncologiche - sottolinea il dott. Aprile - è ampiamente documentata nella letteratura internazionale ed è stata confermata anche da un recente studio italiano. Questa situazione può determinare gravi conseguenze non solo sulla qualità di vita dei pazienti, ma anche sulla loro capacità di aderire ai diversi trattamenti proposti. È doveroso quindi richiamare l’attenzione di medici, pazienti e di quanti a vario titolo sono impegnati nel mondo della sanità affinché la valutazione nutrizionale costituisca un elemento imprescindibile nell’approccio al paziente affetto da patologia oncologica».
E proprio questa sarà la testimonianza che porterà domani alla Camera dei Deputati il Direttore dell’Oncologia del San Bortolo, frutto anche dell’esperienza significativa avviata all’Ospedale di Vicenza con il progetto SETA (Servizio di Terapia Alimentare), attivato e gestito con il supporto del Gruppo Amici del 5 Piano.

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x