Info Ulss
Typography

Dotata di maggiori potenzialità rispetto a versioni precedenti, l’apparecchiatura permette un utilizzo in vari ambiti e la valutazione funzionale precisa della capacità cardiocircolatoria, facilitando le diagnosi grazie all’elevata definizione delle immagini.

L’ospedale di Oderzo ora è dotato di un nuovo ecografo di ultima generazione, grazie ad una donazione del valore di 60.000 euro, che è stata stata consegnata ieri ufficialmente al Direttore generale dell’Ulss 2 Marca trevigiana Francesco Benazzi. Protagoniste del gesto di grande sensibilità verso la collettività opitergina e verso tutta l’utenza di riferimento sono due aziende leader del territorio: la Setten Genesio spa, impresa generale di costruzioni, e la Media Profili, marchio primario nel settore del mobile.

Il nuovo Ecografo “Affiniti 50” della Philips è entrato a far parte del parco attrezzature cliniche del presidio ospedaliero opitergino. Dotata di maggiori potenzialità rispetto a versioni precedenti, l’apparecchiatura permette un utilizzo in vari ambiti e la valutazione funzionale precisa della capacità cardiocircolatoria, facilitando le diagnosi grazie all’elevata definizione delle immagini. In particolare, il nuovo ecografo troverà impiego nell’attività chirurgica della tiroide presso la Chirurgia, diretta dal dr. Paolo Callegari, e in altre attività della Medicina generale, diretta dal dr. Pietro de Bastiani.

A Oderzo, quindi, il nuovo ecografo consente ora di perfezionare a vantaggio del paziente i percorsi interventistici sulla tiroide. Ma, le sue potenzialità e l’ottimizzazione del suo utilizzo consentono anche di sostenere ulteriormente l’attività diagnostica in ambito cardiovascolare. Un’attività i cui dati sono importanti. Nel 2016 presso l’Unità di Medicina Generale sono state eseguite 578 ecocardiografie, 768 visite cardiologiche, 626 ecocolordoppler vascolari, 52 biopsie eco guidate alla tiroide.

“Oggi la nostra azienda sanitaria fa un nuovo passo vanti – sottolinea il Direttore generale Francesco Benazzi – grazie ad una importante donazione che viene da due aziende leader del territorio. Ringrazio il signor Setten dell’impresa omonima e il signor Pasquali della Media Profili per il gesto di generosità verso l’ospedale opitergino e verso tutta la comunità. La collaborazione tra pubblico e privato è sempre più importante per sostenere il nostro modello sanitario che vogliamo continuare a vedere efficiente e sempre al passo con i tempi. Quella di oggi non è una semplice donazione di benefattori ma è il segno della partecipazione diretta al mantenimento di livelli qualitativi alti nei servizi sanitari, condividendo obbiettivi comuni tra azienda sanitaria e realtà imprenditoriale”:

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x