Info Ulss
Typography

Hanno aderito bambini dai 6 ai 10 anni. una ventina di loro dovranno sottoporsi, nei prossimi giorni, ad un esame di approfondimento per le anomalie riscontrate durante l’elettrocardiogramma.

Grande successo per la Giornata di screening cardiologico intitolata “Con Cuore Amico siamo vicini al cuore dei Bambini”, tenutasi ieri, domenica 5 novembre. Hanno aderito infatti circa 200 dai 6 ai 10 anni, che sono stati sottoposti, presso la Cardiologia di Dolo, ad uno screening elettrocardiografico: una ventina di loro dovranno sottoporsi, nei prossimi giorni, ad un esame di approfondimento per le anomalie riscontrate durante l’elettrocardiogramma.

“Una iniziativa – ha detto il Direttore Generale della Ulss 3 Giuseppe Dal Ben – che ha riscontrato un grande successo in termini di adesione e di organizzazione grazie al lavoro costante che viene fatto sul territorio dalla Associazione Cuore Amico Mirano onlus e dall’attenzione alla prevenzione su cui scommettono i nostri operatori sanitari che, in queste Giornate “di esami gratuiti”, si mettono al servizio della cittadinanza con spirito di servizio, in forma totalmente volontaria”.
“L’iniziativa – ha ricordato il facente funzioni primario della Cardiologia di Dolo Marco Michieletto - è stata pensata per individuare sia le alterazioni elettrocardiografiche a rischio di aritmie, sia le cardiopatie strutturali con scarsa evidenza clinica, per mezzo di un elettrocardiogramma e, in casi selezionati, di un esame obiettivo cardiaco”.  “La scelta dell’età dei bambini da sottoporre a questo tipo di screening – ha aggiunto il dottor Michieletto - non è stata casuale: è in quella età, infatti, che si accede all’attività sportiva che deve avvenire in totale sicurezza secondo il Decreto Lorenzin con cui, dal 2014, si è prevista l’effettuazione di un elettrocardiogramma (le aritmie durante l’attività sportiva possono degenerare e mettere a rischio il bambino)”.

La Cardiologia Pediatrica di Dolo ha in carico circa 600 bambini (di cui 246 in follow up). Sono stati erogati, dal 2009 ad oggi, ecocardiogrammi al 12,7 per 1000 e altre prestazioni di diagnostica cardiologica al 18 per 1000 residenti, di età compresa tra 0 e 14 anni. E’ stato escluso un difetto cardiaco congenito nel 75% dei minori esaminati. Circa 40 bambini sono stati inviati ai Centri di III Livello in prevalenza in Clinica Pediatrica dell’Università di Padova, più raramente in Centri fuori regione.

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x