Info Ulss
Typography

163.850 dosi messe gratuitamente a disposizione delle categorie a rischio. Debutta per la prima volta il piano unificato di prevenzione a livello provinciale.

Pensa alla salute: vaccinati contro l’influenza! È il motto della campagna contro l’influenza stagionale promossa dall’Ulss 6 Euganea con il suo Dipartimento di Prevenzione che prende avvio martedì 7 novembre: oltre 163mila dosi saranno messe gratuitamente a disposizione delle categorie considerate a rischio e verranno somministrate, come di consueto, presso le sedi Ulss, i distretti socio-sanitari, i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta che aderiscono alla campagna antinfluenzale. Il vaccino rimane lo strumento più sicuro, economico e di facile somministrazione per difendere da complicanze soprattutto le categorie più esposte al virus, ovvero ultra 65enni, malati cronici, disabili, anziani istituzionalizzati, badanti, familiari di persone immunodepresse, donne in gravidanza. Vaccinare i soggetti più fragili significa rafforzare la cosiddetta "immunità di gregge". A inaugurare la stagione di prevenzione antinfluenzale è stato lo stesso Direttore Generale dell’Ulss 6, il medico Domenico Scibetta che oggi si è fatto inoculare il vaccino.
 
Per la prima volta l’Ulss 6 Euganea, nata lo scorso gennaio dall’unificazione delle tre ex Ulss 15 Cittadella - Camposampiero, 16 Padova e 17 Este - Monselice, promuove una campagna omogenea sull’intero territorio di Padova e provincia e, sempre per la prima volta, sceglie di invitare le categorie più deboli inoltrando direttamente al loro cellulare l’invito a proteggersi preventivamente dall’influenza. In questi giorni è previsto l’invio di 40 mila short message ad anziani over 65 e malati cronici. Per incentivare la somministrazione vaccinale tra il personale sanitario, inoltre, nel mese di dicembre negli ospedali che fanno capo all’Ulss Euganea – Sant’Antonio di Padova, Immacolata Concezione di Piove di Sacco, Pietro Cosma di Camposampiero, Madre Teresa di Calcutta di Schiavonia e presidio di Cittadella – verranno organizzati “Vaccination days”. Presto si metteranno al lavoro sul territorio padovano 15 medici sentinella (12 medici di medicina generale e 3 pediatri di libera scelta) che monitoreranno l’andamento del virus.
 
“Vaccinare contro l’influenza se stessi e i propri cari – commenta il Direttore Generale dell’Ulss 6 Euganea, Domenico Scibetta, medico - è la migliore risposta in termini di efficacia sanitaria alla diffusione del virus stagionale che, contrariamente a quanto si possa pensare, non va preso sotto gamba. Le complicanze dell’influenza nelle categorie più fragili possono infatti essere molto gravi, richiedere ospedalizzazione, con importanti costi sociali per il singolo e sanitari per la collettività”.
Il vaccino per la stagione 2017/2018 conterrà, pertanto, una nuova variante antigenica di sottotipo H1N1pdm09 (A/Michigan/45/2015), che sostituirà il ceppo pandemico A/California/7/2009.
Lo scorso anno l’adesione vaccinale degli anziani nelle 3 ex Ulss è stata nella media regionale.
 
 
Dai dati forniti dai Medici Sentinella del Sistema di Sorveglianza ministeriale, lo  scorso anno l’epidemia è iniziata i primi giorni di dicembre, con qualche settimana di anticipo rispetto al consueto e si è conclusa alla fine del mese di marzo. La  sua gravità si è mantenuta nella media degli anni precedenti.

Per conoscere sedi e orari di vaccinazione: consultare il sito internet www.aulss6.veneto.it

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x