Cultura
Typography

Diciassette racconti che affrontano i delicati e attualissimi temi riguardanti la medicina, la bioetica, l’eutanasia, l’aborto, la prevenzione e comunicazione sanitaria, il giornalismo, e tanti altri, narrati dalla scrittura sfacciata ma allo stesso tempo garbata di un giovane medico padovano

C’era una volta un medico, alle prese con una luporotomia complicata. C’era una volta anche un medico più giovane che si trova diviso, quasi dilaniato, dalla sua “scienza” e coscienza”, e un altro medico ancora, costretto ad affrontare il delicato tema dell’aborto. C’era una volta un giornalista, ossessionato dal tempo, alle prese con un primario impegnatissimo e pieno di sé, e una donna, una mamma, moglie e figlia, che nasconde un terribile segreto circa la sua salute. C’era poi una casa dove era possibile addormentarsi per sempre e nel modo in cui si vuole, un padre “involontario” e una vergine, e tanti altri luoghi e personaggi comuni alle prese con quei piccoli peccati “poco originali” che ognuno di noi, più o meno quotidianamente, compie o affronta.

Medicina, bioetica, eutanasia, aborto, prevenzione e comunicazione sanitaria, giornalismo, teologia, erotismo e amore, sono solo alcuni dei numerosi e attualissimi temi che si mescolano e si confondono nei diciassette brillanti racconti raccolti nel libro “La mela e altri peccati poco originali”, edito dalla casa editrice Il Poligrafo, e narrati da Massimiliano Colucci, giovane medico giornalista e scrittore padovano, che tra le righe lancia una sfida ai suoi lettori: trovare tutti i peccati descritti nelle sue oltre 200 pagine, ma soprattutto… la mela citata nel titolo.

Non si tratta di un libro sulla buona pratica medica, nemmeno di un trattato di teologia, di un saggio di bioetica o di un manuale di giornalismo: si tratta di semplici racconti che non hanno la pretesa di insegnare o sbattere in faccia alcuna verità. Racconti che spaziano tra più generi, scritti nel corso degli ultimi anni dal giovane autore, e narrati da più punti di vista, con un linguaggio schietto, diretto, talvolta ironico, sensuale e addirittura morboso, senza però perdere mai di vista la delicatezza dei temi affrontati e la bellezza che impregna le cose.

Una narrazione sfacciata e quasi dantesca, capace di coinvolge il lettore fino a farlo entrare nella mente dei personaggi, e di portarlo alla consapevolezza di quei continui, logoranti, quotidiani peccati a cui – nella loro banalità – nessuno ormai fa più caso. E che eppure lasciano un segno, perché - come si può leggere nelle vicende narrate - interferiscono nelle relazioni, alimentando ansia e rabbia, distorcendo i sentimenti, disturbando la visione di cose e persone, riempiendo le ore di noia e pruriti, e appesantendo le intenzioni di ogni agire.

Peccati che, per essere compresi, necessitano di essere vissuti dal lettore. Almeno una volta. In uno spazio in cui è possibile compiere la salvezza e la dannazione.
Il libro è disponibile in libreria o negli store online ibs, amazon, lafeltrinelli, ubiklibri, ebay, libreriauniversitaria, mondadoristore.

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x