Cucina
Typography

Un piatto da gustare sia caldo che freddo

Se ne avete la possibilità, in qualche bel prato in campagna, lontano dalle auto e dall'inquinamento, fate un'adeguata scorta di malva: una volta a casa, con quello che avete raccolto potrete fare questa buonissima frittata.

Ingredienti

300 gr di fiori di malva

8 uova

50 gr di pangrattato

50 gr di grana grattugiato

50 gr di stracchino a pezzettini

2 spicchi di aglio

sale e pepe q.b.

Olio d'oliva extra vergine

 

Preparazione:

Lavare accuratamente i fiori di malva e saltarli per pochi minuti con un filo di olio e un po' di sale.

In una terrina rompere le otto uova e sbatterle con vigore, aggiungere il grana, il pangrattato, lo stracchino a pezzetti. Aggiungete poi la malva precedentemente cotta, un pizzichino di sale per ogni uovo e una macinata di pepe. Prendere una capace padella antiaderente ed ungetene il fondo con un velo di olio; schiacciare gli spicchi di aglio e farli imbiondire leggermente nella padella. Una volta che hanno rilasciato il loro aroma, toglierli e mettere le uova, procedendo come in una normale frittata, e avendo cura di cuocerne ambedue i lati, magari aiutandosi con un coperchio per girare il composto.

Il piatto si può gustare sia caldo che freddo.

Maria Stella Zaia

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x