Sanità
Typography

L'Azienda Ulss n.6 sarà la più grande del Veneto: offrirà servizi sanitari a 1 milione di abitanti, unirà 5 ospedali e avrà 7.500 dipendenti. Alla conferenza stampa tenutasi oggi, il dr. Domenico Scibetta ha fatto i conti con il passato, guardando positivamente l'avvicinarsi di una “nuova epoca”.

E' tempo di bilanci per il Direttore Generale dell'Ulss 16, Commissario delle Ulss 15 e 17, e per la sua squadra tutta al femminile. Dal 1° gennaio 2017 nascerà l'Azienda Ulss n. 6 Euganea, come determinato dalla Legge regionale n. 19 del 25 ottobre 2016 che riorganizza la sanità nel Veneto. Quella che prenderà avvio il 1° gennaio sarà una macchina molto complessa; dalle ceneri delle “vecchie” Ulss come le conosciamo oggi, secondo il Dg Scibetta, nascerà “un'araba fenice” più forte, grazie proprio all'aggregazione, che avrà le capacità di fornire servizi sanitari ancora migliori ai cittadini.

Non verrà toccata la programmazione sanitaria, ci tiene a sottolineare il dr. Scibetta. La riforma infatti va a riorganizzare gli apparti amministrativi -distribuendo i servizi in ambito provinciale-, dunque, per gli utenti non sono previsti sconvolgimenti sulle abitudini nel rivolgersi al servizi offerti finora dalle Ulss: "non ci saranno licenziamenti, non verranno chiuse o aperte strutture. In generale con la Riforma si prevede che saranno risparmiati 90 milioni di euro su base regionale, soldi che saranno reinvestiti sulle risorse umane e sui servizi".  

Il Direttore Generale dr. Scibetta affida, dunque, ai numeri l'idea della grandezza della nuova Ulss n.6, sui servizi di prevenzione e di cura: confluiranno in essa 1 milione di abitanti, 7.500 dipendenti, un costo su base annua di 1 miliardo e 720 milioni di euro, la gestione di 5 ospedali e di più di 100 privati accreditati, 1.700 posti letto per acuti e 175 mila accessi ai Pronto Soccorso. Ma la complessità della nuova Ulss continua anche fuori delle porte degli ospedali: i posti letto nelle strutture residenziali solo per gli anziani sono 8.435.

Sulle Medicine di Gruppo Integrate le cose vanno più a rilento, ad oggi sono solo 13 quelle attive in tutta la provincia ma è prevista, su base triennale, l'adesione all'aggregazione del 95% dei medici, al fine di agevolare la presa in carico territoriale per dare meno carico agli ospedali per quanto riguarda l'utenza degli acuti.

“I tempi per questa Riforma sanitaria erano ormai maturi, già prima della mia nomina si lavorava in questo senso. Non è solo una questione di confini delle Ulss, ma di organizzazione degli apparati amministrativi, a capo dell'Azienda 0, e di ridefinizione dei bacini d'utenza per il miglioramento dei servizi erogati. Sottolineo ancora una volta che non ci saranno problemi per gli utenti”.

Tra le novità della nascente Azienda Ulss n.6, ma che interessa tutta la programmazione regionale, una particolare attenzione andrà alla, già ben avviata, informatizzazione dei servizi sanitari.

Il dr. Scibetta, oltre a commentare positivamente l'apertura dell'Azienda padovana ai nuovi canali Social, avvenuta lo scorso novembre, per comunicare con i cittadini ha illustrato oggi anche l'iniziativa, in via di sperimentazione, delle Eco Farmacie. I numeri sono in veloce aumento, ma ad oggi sono 50 i medici di medicina generale sperimentatori nella provincia di Padova che hanno avviato l'uso di questo progetto. La messa a regime del progetto avverrà il prossimo anno, per ora ad aderire alla sperimentazione sono: l'Ulss 8 di Asolo, l'Ulss 9 di Treviso, l'Ulss 10 del Veneto Orientale , l'Ulss 20 di Verona e le Ulss 16, 15 e 17 padovane.

“Quando si parla del progetto delle Eco Farmacie – commenta il DG Scibetta- si fa riferimento ad un progetto sperimentale che dà la possibilità al paziente di uscire dallo studio del medico senza la ricetta di prescrizione e di recarsi in qualsiasi farmacia del territorio per ritirare il farmaco di cui necessita”.

Per vedere le interviste, sul Canale YouTube di NES, al Direttore Generale Scibetta sul bilancio di oggi CLICCA QUI .

 

 

 

 

 

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x