Attualità
Typography

ospedale_404

Indagine Passi, italiani soddisfatti al 68%

Soddisfatti della propria salute? Sì, soprattutto gli uomini e più in generale chi non ha problemi economici. E’ quanto emerge dal sistema di sorveglianza Passi (Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia) che ha indagato la qualità della vita in relazione alla salute. Il metodo usato è quello dei “giorni in salute” (Healthy Days), che si basa su quattro domande: lo stato di salute autoriferito, il numero di giorni nell’ultimo mese in cui l’intervistato non si è sentito bene per motivi fisici, il numero di giorni in cui non si è sentito bene per motivi mentali e/o psicologici e il numero di giorni in cui ha avuto limitazioni nelle attività abituali. Qual è dunque la percezione che gli italiani hanno di loro stessi sul fronte benessere psico-fisico? Il 68% degli intervistati giudica positivo il proprio stato di salute, riferendo di sentirsi bene o molto bene, il 29% riferisce di sentirsi discretamente e solo il 3% risponde in modo negativo (male/molto male). In particolare i più soddisfatti sono i più giovani, gli uomini, le persone con un livello di istruzione più alto, coloro che non dichiarano difficoltà economiche e chi non riporta condizioni patologiche croniche. In media, ogni intervistato ha sperimentato poco più di 5 giorni non in salute negli 30 giorni precedenti l’intervista: circa 3 giorni per motivi fisici e 3 per motivi psicologici. Ha avuto, inoltre, limitazioni nelle attività abituali per più di un giorno al mese. I giorni non in salute sono più frequenti nelle donne, nelle persone più anziane e in quelle con un livello di istruzione basso. Ancora più frequenti lo sono tra chi riferisce molte difficoltà economiche e chi è affetto da malattie croniche severe.

 

Paola Vescovi

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x