Attualità
Typography

Il tampone può essere richiesto dai soggetti che dal 28 agosto al 6 settembre fanno ingresso in territorio veneto e che nei 14 giorni precedenti sono transitati o hanno soggiornato in Sardegna. Tutte le indicazioni

Secondo la nuova Ordinanza del Presidente della Regione Veneto n. 92 del 27 agosto, i soggetti che dal 28 agosto al 6 settembre fanno ingresso, con un qualsiasi mezzo di trasporto, nel territorio della Regione del Veneto e che nei 14 giorni precedenti sono transitati o hanno soggiornato in Sardegna, possono richiedere volontariamente e gratuitamente l’esecuzione del tampone oro-faringeo.

I cittadini residenti nel territorio dell’Ulss 6 Euganea e di rientro dalla Sardegna possono sottoporsi al tampone senza obbligo di prenotazione e senza necessità di prescrizione da parte del proprio Medico di Medicina Generale o Pediatra di Libera Scelta in una delle seguenti cinque sedi di raccolta, attive sette giorni su sette (da lunedì a domenica compresa), nella fascia oraria 7.00-13.00:
1. Distretto Padova Bacchiglione, Via Temanza 1, Padova
2. Distretto Terme Colli, Via Spinelli 1, Rubano
3. Distretto Padova Piovese, Via San Rocco 8, Piove di Sacco
4. Distretto Alta Padovana, Via Cao del Mondo 1, Camposampiero
5. Distretto Padova Sud, Via Marconi 19, Monselice
Sarà sufficiente presentarsi in uno dei cinque punti raccolta tamponi e sottoscrivere un’autodichiarazione che attesti il proprio rientro dalla Sardegna a partire dal 28 agosto. Il cittadino potrà inoltre scegliere la modalità di ricezione dell’esito del tampone: via mail oppure tramite sms. Durante l’attesa dell'esito del test, il soggetto rientrato dalla Sardegna non è sottoposto a isolamento domiciliare fiduciario, ma può riprendere la vita di comunità nel rispetto di tutte le raccomandazioni igienico-comportamentali finalizzate alla prevenzione della diffusione del Coronavirus. In caso di esito positivo del tampone, il soggetto si colloca immediatamente in isolamento fiduciario.

Tutti i cittadini sottoposti allo screening, in considerazione del periodo di incubazione che può arrivare fino a 14 giorni, anche in caso di esito negativo del test, sono obbligati al rispetto delle raccomandazioni igienico-comportamentali generali, con particolare riferimento al rigoroso mantenimento del distanziamento interpersonale, all'utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie quando prevista e alla frequente igiene delle mani.

La campagna di screening volontaria a mezzo tampone per i soggetti che rientrano dalla Sardegna si aggiunge alla campagna obbligatoria e già in corso per i cittadini in rientro da Croazia, Grecia, Spagna e Malta (a partire dal 22 agosto, il tampone è invece raccomandato per gli ingressi dalla Francia Meridionale - Dipartimento Hérault). Dal 15 agosto, giorno di avvio della campagna di screening per i soggetti rientranti da questi quattro Paesi esteri a rischio, sono stati effettuati 7.105 tamponi (per il 79% a cittadini di rientro da Croazia, 11% da Spagna, 9% da Grecia e 1% da Malta) per un totale di 44 vacanzieri risultati positivi. In questa fase, sono già stati rilevati anche 21 residenti nel territorio dell’Ulss 6 Euganea risultati positivi al tampone al rientro dalla Sardegna.

Rimane inoltre in corso la campagna di screening a mezzo test sierologico rapido rivolta al personale scolastico, secondo le modalità indicate nel sito internet www.aulss6.veneto.it dell’Ulss 6 Euganea.

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x