Attualità
Typography

Telecamere nelle scuole e nelle strutture socio assissentiali, il Consiglio Veneto ha approvato un Progetto di Legge statale con 38 voti favorevoli e 2 astenuti. 

Il PDLS ‘Disposizioni in materia di videosorveglianza negli asili nido e nelle scuole d'infanzia nonché  presso le Strutture Socio Assistenziali per anziani, disabili e minori in situazione di disagio’” ha l'obiettivo primario di prevenire e contrastare le pratiche di abuso fisico e psichico nei confronti di soggetti deboli. Alla luce degli innumerevoli episodi di maltrattamento perpetrati a danno di minori, anziani e disabili compiuti all'interno di Strutture, pubbliche e private, quali asili nido, scuole per l'infanzia o strutture socio assistenziali di cui gli stessi sono ospiti, il PDLS vuole far sì che tali strutture siano dotate di sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso che garantiscano la loro sicurezza ed al contempo la tutela della riservatezza. L'installazione di un sistema di videosorveglianza costituirebbe, da un lato, un elemento di maggiore tranquillità per le famiglie e, dall'altro, un deterrente per evitare ogni eventuale tipo di abuso da parte di soggetti che operano in tali strutture o, addirittura, di soggetti esterni.

La discussione generale è stata introdotta dalla presentazione del Relatore Alberto Semenzato (LN): «Ringrazio tutti i consiglieri che si sono espressi a favore di questa proposta normativa, per spingere il Senato a chiudere questa importante partita per fermare una volta per tutte i maltrattamenti nei confronti di quanti non possono difendersi. Ringrazio anche la Struttura regionale per come ha seguito l’iter di questo Progetto di Legge. E’ questa una legge con chiare finalità di prevenzione».

Gli astenuti sono stati Patrizia Bartelle (Gruppo Misto) e Piero Ruzzante (LeU). «Per coerenza, il collega Ruzzante e la sottoscritta - ha dichiarato Bartelle - ci asterremo dalla votazione, il nostro non è un no ai contenuti della proposta normativa, ma chiediamo diverse modalità di attuazione della stessa, con una maggiore attenzione per gli operatori coinvolti e con controlli più efficaci».

Tra gli apprezzamenti, quelli di Bruno Pigozzo (PD), secondo il quale il PDLS «ha l’obiettivo di offrire garanzie a una serie di interventi e servizi pubblici a favore di bambini, anziani e disabili. Dobbiamo operare affinché tutte le strutture che erogano servizi pubblici a persone fragili, anche private accreditate, siano controllate e garantiscano la dovuta trasparenza», del capogruppo della Lega Nord Nicola Finco, che respinge «le accuse che parlano di attentato alla privacy: certo i sistemi di videosorveglianza non risolveranno i problemi legati alla sicurezza ma potranno essere un efficace diversivo». Infine Franco Ferrari (AMP): «Credo che chi lavora con onestà non debba avere nessuna paura delle telecamere, che sono le benvenute come effetto deterrente».

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x