Attualità
Typography

Sullo slogan "spegniamo le luci per condividere le stelle" domani, venerdì 24 febbraio, ricorrerà la tradizionale giornata dedicata al risparmio energetico "M'illumino di Meno". La giornata nazionale ha lo scopo di ricordarci anche quest'anno l’importanza del risparmio energetico e della condivisione, come gesto concreto anti spreco per ridurre il consumo di risorse. Alla Festa del risparmio energetico (campagna promossa da Caterpillar, trasmissione di RAI Radio 2) aderiscono ARPAV e la Regione Veneto per promuovere il cambiamento dei comportamenti quotidiani verso stili di vita sostenibili, improntati alla riduzione del consumo di risorse, attraverso molteplici attività rivolte a cittadini e enti locali.

"Una bella e consolidata iniziativa - evidenzia l'assessore regionale alle politiche ambientali Gianpaolo Bottacin - che ha una grande valenza ambientale in quanto pone l'attenzione su quella che è la più importante azione di contrasto dell'inquinamento derivante dalle fonti energetiche, ovvero il risparmio. Spesso ci poniamo grandi interrogativi su come limitare l'inquinamento, dimenticando peraltro che la prima cosa da fare per avere meno emissioni è molto semplice: basta consumare meno".

“Sembra una banalità ma non lo è: consumare meno significa ottenere lo stesso risultato utilizzando meno energia. Nel riscaldamento domestico – fa rilevare l'assessore - si ottiene migliorando il rendimento degli impianti e con un miglior isolamento degli involucri edilizia, ma anche con piccole azioni quotidiane come, ad esempio, la programmazione degli orari di riscaldamento: tutte cose che consentono di avere lo stesso risultato in termini di benessere, consumando però meno energia. Lo stesso si può dire per i trasporti e anche per i consumi energetici collegati alle attività produttive".

Focalizzando l'attenzione solo sulle fonti rinnovabili, come accade ultimamente anche a seguito degli incentivi introdotti dallo Stato, a volte invece si rischia di trascurare l'aspetto dei consumi e anche su questo l'assessore Bottacin rimarca che "puntare sulle fonti rinnovabili certo può voler dire avere minor impatto rispetto a quelle non rinnovabili, ma non va mai dimenticato che anche le rinnovabili generano impatto ambientale, basti pensare alle centraline idroelettriche, alle centrali a biomassa o ai pirogassificatori".

“Tutti impianti, questi, che – conclude Bottacin - la legge statale incentiva economicamente e definisce opere di interesse pubblico urgenti e indifferibili, garantendone, ahinoi, un percorso burocratico facilitato. Opere pertanto su cui è molto difficile negare l'autorizzazione, ma che, come sanno i cittadini, non possono avere impatto zero. Nessuna fonte infatti ha impatto zero. Ecco perché è opportuno puntare sul risparmio come la primaria e più importante azione da perseguire per ridurre l'inquinamento".

ARPAV aderisce alla campagna promossa da Caterpillar, trasmissione di RAI Radio 2, e partecipa in modo attivo per promuovere il risparmio energetico con le seguenti iniziative:

Il 24 febbraio ARPAV, insieme all'Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) e all'Università di Padova - Dipartimento di Fisica e Astronomia, organizza un evento dedicato all’inquinamento luminoso presso l’Osservatorio astrofisico di Asiago (VI). I partecipanti potranno visitare il telescopio Galileo, osservare il firmamento a occhio nudo e da remoto col telescopio di cima Ekar, partecipare all’incontro “dove son finite le stelle?”.

Inoltre, dal 20 al 24 febbraio, ogni giorno, attraverso facebook e twitter, verranno proposte alcune frasi per  riflettere sullo spreco di energia nell'illuminazione privata e pubblica.

 

 

 

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x