Attualità
Typography
17 maggio: giornata nazionale della prevenzione dell'ipertensione

Abbattere sensibilmente gli episodi di ictus (54.000 all'anno, in Veneto) e gli incidenti legati alle malattie cardiache (sono 180.000 i cardiopatici con ischemia cronica, 61.000 i malati di scompenso cardiaco e 85.000 gli infartuati ogni anno); dimezzare il numero di coloro che necessitano di una terapia contro l'ipertensione arteriosa (in Veneto si stimano un milione di ipertesi). E' l'obiettivo a cui, grazie alla collaborazione con il Gruppo Panificatori di Confcommercio, puntano le Aziende Ulss della provincia di Treviso

 (Ulss 7 Pieve di Soligo, Ulss 8 Asolo e Ulss 9 Treviso) favorendo la riduzione dell'assunzione giornaliera di sale. Il programma "Pane Mezzosale", in linea con le indicazioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, è stato presentato oggi a Treviso alla vigilia della Giornata mondiale contro l'ipertensione arteriosa dal Direttore sanitario dell'Azienda Ulss 9 Pier Paolo Faronato, dal Direttore del Dipartimento di Prevenzione Giovanni Gallo, dal responsabile del reparto di Cardiologia dell'Ospedale Ca' Foncello e dal presidente del Gruppo panificatori aderenti a Unascom Confcommercio Maurizio Porato. Presso oltre 400 esercizi della provincia di Treviso sarà possibile acquistare pane contenente il 50% di sale in meno.L'eccessiva assunzione di sale, ben oltre i 5 grammi giornalieri raccomandati dall'OMS, è alla base dell'ipertensione arteriosa e delle patologie ad essa correlate ed è nella direzione di un suo ridimensionamento che si muove il programma "Pane MezzoSale", promosso dal Ministero della Salute in collaborazione con la Federazione Italiana Panificatori e realizzato in provincia di Treviso dal Gruppo Panificatori di Unascom Confcommercio e sostenuto dalle Aziende Ulss 7 Pieve di Soligo, Ulss 8 Asolo e Ulss 9 di Treviso. Le malattie del sistema circolatorio, infatti, costituiscono la principale (42%) causa di morte in Italia. Negli adulti tra i 35 e i 74 anni il 28% dei decessi è dovuto a malattie cardiovascolari (nel dettaglio, il 12% è legato a malattie ischemiche del cuore, l'8% all'infarto acuto del miocardio e il 6% a malattie cerebrovascolari). L'ipertensione arteriosa, che sta alla base di queste patologie, è un problema molto sentito nella popolazione dell'Ulss 9 (l'86% degli adulti fino ai 70 anni si è sottoposto a un controllo della pressione nel corso degli ultimi due anni) e che colpisce circa 100.000 persone (il 15-20% degli adulti), il 70% delle quali segue una terapia contro l'ipertensione.

Oltre l'80% di coloro che soffrono di ipertensione ha ricevuto dal proprio medico il consiglio di ridurre il sale nella propria dieta, un'indicazione in grado di ridurre la pressione arteriosa e migliorare il funzionamento del cuore, dei vasi sanguigni e dei reni. In Italia ognuno assume in media 10 grammi di sale al giorno, una quantità 10 volte maggiore a quella necessaria al nostro organismo. Il sale che assumiamo ogni giorno è per il 35% quello che aggiungiamo nei nostri piatti e per il 65% è già presente negli alimenti. L'iniziativa "Pane MezzoSale" impegna i panificatori della Provincia di Treviso a produrre un tipo di pane con il 50% di sale in meno, garantendone al contempo la qualità, la freschezza e la genuinità. Il pane con minor contenuto di sale oltre ad essere più salutare esalta i sapori degli altri cibi che l'accompagnano."Sosteniamo con convinzione un programma come Pane MezzoSale – spiega Pier Paolo Faronato, Direttore sanitario Azienda Ulss 9 - che vede il concorso del settore produttivo e commerciale alle strategie di prevenzione che la nostra Azienda, quotidianamente, mette in campo per fronteggiare tutte le patologie, dalle più avvertite, è il caso dell'ipertensione, a quelle più sottovalutate come la nostra recente campagna sull'esposizione al sole. Diffondere e favorire iniziative come questa fa parte del ruolo guida che un'Azienda sanitaria deve avere verso gli stili di vita dei nostri concittadini nell'ottica di favorire la salute"."Il nostro Gruppo - sostiene Maurizio Porato - ha aderito con la massima convinzione a questo programma che punta alla tutela della salute dei consumatori. I nostri forni si impegneranno al massimo nella comunicazione e nella promozione di questo nuovo prodotto, che mette insieme i valori di artigianalità, salubrità, genuinità e freschezza nei quali crediamo fermamente". Il Pane MezzoSale è già in vendita, riconoscibile dal logo, ed ha già riscosso l'interesse della clientela per la particolare appetibilità che esalta gli abbinamenti con altri cibi.

Antonella Prigioni

 
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x