Attualità
Typography

Ricorre l’8 febbraio, data storica per Padova e festa delle matricoleAbitate a Padova e nei giorni scorsi avete ricevuto finti volantini del Comune che chiedevano aiuto per alcuni preziosi reperti storici perduti nelle vie del ghetto?

Oppure avete ricevuto un volantino nel quale venivate invitati a lasciare le case per «prove antisismiche» e a trasferirvi in casette messe a disposizione dal Comune nei giardini dell’Arena; e ancora un altro volantino (fasullo) in cui venivate informati sull’ammontare dell’imposta per smaltire i rifiuti in piazza delle Erbe, della Frutta e dei Signori…? State tranquilli, il Comune non vi sta prendendo in giro!

Si stava solo avvicinando l’8 febbraio, una data storica per Padova, e siete stati vittime della Goliardia universitaria. Nel 1848 infatti gli studenti dell'università attaccarono i soldati austriaci presenti in città, assaltarono il Castello per liberare alcuni prigionieri politici. Una rivolta sedata nel sangue: vennero espulsi 73 studenti e 4 professori, altri studenti vennero uccisi nel cortile del Bo e al caffè Pedrocchi e l'università venne chiusa dalle autorità austriache. Una lapide sulla torre del Bo ricorda ancora quella data: «studenti e popolani per improvvisa concordia terribili» si scontrano con i soldati dell'Imperial Regio Governo. E oggi è il giorno delle matricole e dei goliardi, che eleggeranno al Bo il nuovo Tribuno. Una ricorrenza «celebrata», come ormai accade da alcuni anni, da una serie di scherzi e burle dei goliardi ai danni dei padovani. Come dice un celebre adagio latino, “Semel in anno licet insanire” - una volta all'anno è lecito impazzire.
Margherita De Nadai

 

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x