Attualità

Il progetto proposto dall'Ulss 19 di Adria assieme all'Acat (Associazione Club Alcolisti in Trattamento)

Il Servizio per le Dipendenze dell'Azienda Ulss 19 Adria, congiuntamente all'Acat (Associazione Club Alcolisti in Trattamento) Basso Polesine, nell'ambito dell'attività contro il consumo di droghe e della prevenzione alle tossicodipendenze, ha dato l'avvio al progetto "La bottega delle meraviglie: laboratorio sulle abilità di vita". Tale iniziativa, dedicata agli adolescenti, si basa sullo sviluppo delle "life skills" (in italiano "abilità di vita"), in quanto ritenuto l'approccio più efficace per le attività di prevenzione rivolte ai giovani.

Gli embrioni congelati "risvegliati"  dopo 20 anni.  Ad Abano , in provincia di Padova, riunita la Società Italiana di Andrologia Medica e Medicina della Sessualità.

Sta bene e oggi ha due anni, il bambino nato in Italia da un embrione congelato per 11 anni. Finora in Italia non erano mai stati "risvegliati" embrioni congelati per un periodo così lungo. Il record mondiale lo detiene invece la Gran Bretagna, dove nel settembre scorso è nato un bimbo da un embrione congelato per 20 anni. La notizia arriva dal convegno della Società Italiana di Andrologia Medica e Medicina della Sessualità (Siams) in corso ad Abano Terme (Padova). "Questo risultato conferma gli embrioni congelati possono sopravvivere per moltissimo tempo e che il congelamento, se fatto correttamente, non è dannoso", ha detto Eleonora Porcu, responsabile del Modulo di infertilità e procreazione medicalmente assistita dell'università di Bologna, dove è stato conservato l'embrione.

Si manifesta con impulsività, incapacità a portare a termine un impegno, scostanza comportamentale, svogliatezza e se non diagnosticato tempestivamente può causare ulteriori disturbi associati. E' l'Adhd, deficit di attenzione e iperattività: a soffrirne è il 4% dei bambini veneti in età scolare, che faticano a concentrarsi, si distraggono facilmente, dimostrano scarso interesse per gli oggetti personali. Se ne parlerà al convegno internazionale "L'Adhd, dai primi contributi alla sua attuale definizione diagnostica", in programma il 25-26 febbraio alla Fiera di Vicenza.

consegnattestati_ridSi è conclusa nel giorni scorsi nella Ulss 19 di Adria l'attività di formazione iniziata nell'aprile 2010, in collaborazione con Slow Food, per il miglioramento della qualità del pasto del paziente ricoverato attraverso l'utilizzo dei prodotti a filiera corta. Tale iniziativa è inserita nel progetto "Ospedale più ospitale" che ha l'obiettivo di migliorare la qualità della ristorazione ospedaliera attraverso la scelta attenta alla stagionalità di alimenti di tradizione e produzione locale, come i prodotti a "Km zero", in modo che il degente possa gradire maggiormente il cibo offerto in ospedale e contribuire, così, al recupero della propria salute mediante il necessario apporto nutrizionale.

Altri articoli...

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x