Appuntamenti
Typography

Ne parlerà il teologo e psicologo Sandro Spinsanti, intervistato da Paolo Cornaglia Ferraris.

Si terrà martedì 8 maggio 2018, alle ore 17.45 a Padova, presso il Multisala Pio X (MPX) (Via Bonporti 22) il terzo appuntamento con “Segnavie. Orientarsi nel  mondo che cambia” (il ciclo di incontri ideato e realizzato dalla Fondazione Cariparo) dal titolo “Cultura del vivere e del morire.Un buon fine vita: utopia del nostro tempo”: si parlerà con Sandro Spinsanti della possibilità di un buon fine vita, intervistato da Paolo Cornaglia Ferraris.

In uno scenario in cui la medicina continua a evolvere e a risolvere problematiche sempre più gravi, a volte ci si dimentica di occuparsi della persona che sta affrontando la malattia. Ma oggi si può morire in uno stato d’animo equilibrato? Cosa può fare, o non fare, la medicina per assicurarci una “morte buona”?

Secondo Sandro Spinsanti, esperto di bioetica, quando non è possibile migliorare le condizioni di vita della persona che sta soffrendo, è possibile accompagnarla verso il suo fine vita. Le cure palliative – ad oggi ancora poco utilizzate – possono diventare uno strumento prezioso per i medici (e soprattutto per i loro pazienti).
Spinsanti parla di morte “graziosa”, facendo riferimento alle divinità che la mitologia greca ha posto a tutela della bellezza. Anche se può sembrare un paradosso, il percorso che accosta il senso della buona morte alle Grazie si rivela produttivo se ci si lascia guidare dai nomi delle tre Grazie e dai loro significati: Eufrosine/Saggezza, Aglaia/Serenità e Talia/Pienezza.

"L’obiettivo finale è che nasca nei cittadini la consapevolezza che avere accesso alle misure mediche per tenere sotto controllo il dolore è un loro diritto e che per i professionisti è un dovere inderogabile fornirle."  
Laureato in teologia e in psicologia, Sandro Spinsanti ha insegnato etica medica nella Facoltà di medicina dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e bioetica all’Università di Firenze. È stato componente di commissioni ministeriali, del Comitato Nazionale per la Bioetica e ha presieduto comitati etici per la ricerca. Fondatore e direttore dell’Istituto Giano per le Medical Humanities e il Management in sanità, ha promosso corsi di formazione per professionisti sanitari in bioetica, Medical Humanities e gestione manageriale.
 
Gli incontri di Segnavie sono tutti a ingresso gratuito con registrazione obbligatoria su www.segnavie.it.

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x