Appuntamenti
Typography

L’evento rivolto a tutti i cittadini, nasce con l’intento preciso di sensibilizzare sull’importanza di conoscere e prevenire il melanoma, dando informazioni pratiche sulle misure preventive da adottare, tra cui il controllo periodico della pelle.

Si terrà venerdì 30 giugno alle 20.30 un incontro rivolto a tutta la cittadinanza sulla prevenzione e la cura del melanoma. L’evento, organizzato da Associazione Piccoli Punti, Veneto e Salute e Codess sociale è a ingresso gratuito e si terrà presso la sala riunioni di Residenza Parco del Sole Via G. Boccaccio, 96 a Padova.
Patrocinato dall’Ulss 6 Euganea, dall’Istituto Oncologico Veneto e dal Collegio IPASVI della Provincia di Padova, l’evento, rivolto a tutti i cittadini, nasce con l’intento preciso di sensibilizzare sull’importanza di conoscere e prevenire il melanoma, dando informazioni pratiche sulle misure preventive da adottare, tra cui il controllo periodico della pelle. Durante la serata interverranno il dott. Daniele Farro, Direttore della Residenza Parco del Sole e consigliere IPASVI Padova, il dott. Luca Giovanni Campana, Ricercatore Università di Padova, Medico Chirurgo U.O.C. Chirurgia Oncologica | Istituto Oncologico Veneto – IOV, e la dott.ssa Giulia Pauletti Infermiere di ricerca Centro Coordinamento | Istituto Oncologico Veneto – IOV.
Il melanoma è il più aggressivo dei tumori cutanei in forte aumento tra i giovani.  Secondo il Registro Tumori del Veneto il melanoma è purtroppo il primo tumore nella fascia di età sotto i 50 anni nei maschi e il secondo nella donna. In Veneto è stata confermata anche per il 2016 un'incidenza di 1.200 nuovi casi di melanoma: per questo è fondamentale investire sempre di più nella ricerca, nella sensibilizzazione della popolazione e nella prevenzione di questa malattia sempre più diffusa e aggressiva.
Il colloquio diretto con la popolazione è uno dei mezzi più efficaci per la prevenzione dei tumori e del melanoma cutaneo in particolare. Questo tumore può essere prevenuto seguendo delle regole di “buon senso” nell’esposizione al sole e, dal momento che compare sulla pelle è, quindi, visibile con l’autosservazione periodica. La diagnosi precoce è importantissima per questo tumore e dovrebbe rappresentare la regola nella maggioranza dei casi, anche ricorrendo all’aiuto del proprio medico di famiglia e, quando necessario, dello specialista. A questo scopo, nella nostra ULSS è stato attivato il progetto “ReteMela” che facilita la presa in carico di soggetti a rischio di melanoma. Anche grazie a questo progetto, la percentuale di soggetti con melanoma diagnosticato in fase precoce è attualmente intorno al 75%.

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x