Latest News

Grid List

Previste due tipologie di stanziamento: fino a 400 mila euro per i ricoveri, e ulteriori 70 mila euro per la prosecuzione delle cure e il follow up ambulatoriale successivo alla fase acuta.

Conto alla rovescia per le riaperture di lunedì 18 maggio. In attesa del DPCM (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri) che dovrà dare il vero avvio alla Fase 2 di gestione dell'emergenza coronavirus, la Regione Veneto si è portata avanti.

E' il giorno delle linee guida per la riapertura delle attività da lunedì 18 maggio. Oggi pomeriggio l'assessore regionale alla Sanità Manuela Lanzarin ha convocato un video-incontro con i rappresentanti del mondo produttivo (industriali, artigiani, agricoltori, commercianti) e le organizzazioni sindacali per esaminare le schede Inail suddivise per settore. 

Secondo l’ISS nei fumatori il rischio di finire in terapia intensiva è più del doppio rispetto a chi non è fuma. Ad accentuare questo messaggio di prevenzione ci pensano anche i ragazzi del Distretto di Mirano Dolo che, come negli anni scorsi, hanno organizzato un concorso di disegni aventi come tema il fumo di sigaretta.

Sono circa 95 mila le mascherine di varia tipologia fornite fin qui alle strutture dell'Ulss 3 Serenissima; 4000 i camici idrorepellenti, 4500 i grembiuli PP/PE con lacci, 2800 i camici chirurgici impermeabili non sterili. Da Azienda Zero sono giunti infine 25 ventilatori, 27 monitor dedicati e 17 letti speciali.

"Affrontiamo una sfida di vaste proporzioni, in entrambi gli Ospedali - spiega il Primario Panese -. E mentre a Mestre si dispiega lo sforzo di cura e di accoglienza al servizio dell'intero territorio provinciale, all'Ospedale Civile di Venezia con i nostri operatori serviamo un territorio e una popolazione che di fronte al virus risulta ancora più debole"

Il Prof. Galli Direttore delle Malattie Infettive del Sacco: “Al momento non ci risultano evidenze molecolari che depongano per mutazioni del virus che ne possano giustificare un’attenuazione. Ipotesi non confermate sulla minor virulenza di SARS-CoV-2 possono creare false sicurezze e ridurre pericolosamente l’attenzione nel seguire con rigore le misure di prevenzione”

Quando farla indossare e di quali dimensioni? L’Accademia Americana di Pediatria (AAP) ha stilato alcune raccomandazioni e chiarimenti sull’uso delle mascherine in età pediatrica che trova d’accordo i pediatri della Società Italiana. No alla mascherina nei bimbi al di sotto dei 2 anni per rischio di soffocamento, necessaria nei bambini che si toccano spesso il viso. Distanziamento consigliato superiore ad un metro.

Nella task force nazionale anche l’ARPAV. Servirà a comprendere meglio il legame tra polveri sottili, biossido di ozono, condizioni atmosferiche e il coronavirus

Da lunedì 18 in Veneto gli operatori economici del commercio, della ristorazione, del turismo, dei servizi e del terziario, potranno riaprire le loro attività, ma chiedono di farlo in sicurezza, con chiarezza di indicazioni, nel rispetto delle linee guida nazionali. Come annunciato da Nes stamattina, la Giunta regionale ha voluto incontrare oggi, in videoconferenza, le associazioni di categoria e le organizzazioni sindacali, per condividere le disposizioni sanitarie per le riaperture e dare così indicazioni certe agli operatori economici.

Dieci marzo 2020: due mesi fa scattavano le misure restrittive - per contenere il contagio da coronavirus - in tutto il territorio nazionale. Il Dpcm del 9 marzo 2020 estendeva le misure previste da un precedente provvedimento e destinate inizialmente a cinque regioni. Si vietava ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico fino al 3 aprile. Poi la chiusura di tutte le attività ritenute non strategiche, il balletto sui codici Ateco, il divieto di lasciare il proprio comune di residenza. Quindi la proroga al 13 aprile (per evitare assembramenti a Pasqua), poi fino al 4 maggio (per trascorrere in sicurezza il 25 aprile e il 1° maggio).

Il 56% dei lavoratori vorrebbe continuare a lavorare da casa, contro il 44% di chi vorrebbe subito rientrare. Strette di mano bandite per molto tempo, paura dei colleghi asintomatici. Sono alcuni dei risultati dell’indagine condotta da EasyHunters, società di ricerca e selezione personale, tra 13.000 lavoratori di aziende di ogni settore, di ogni grandezza e con livelli di esperienza eterogenei. 

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x